home galleria news archivio mostre contatti
arch

GIOVANNI BELUFFI

Studiare la natura - Presenza ricorrente nonché ospite di riguardo, torna ad esporre alla Cascina dell'Arte di Busto Arsizio l'artista Giovanni Beluffi. Con la mostra "naturalismo esistenziale" l'artista sepriese, espone le sue ultime opere, dove prosegue la ricerca e lo studio sulla natura, sul fascino che essa emana e gli interrogativi che l'uomo contemporaneo deve porsi per interagire rispettosamente nei suoi confronti. Curata dalgiornalista Fabrizio Rovesti, la mostra testimonia inoltre i più recenti esiti della sua ricerca artistica, che così raggiunge una più profonda dimensione lirica e riflessiva.

Nuovi orizzonti - Tema e stile vanno di pari passo per Beluffi: la centralità che assume nella sua poetica pittorica il sentimento della natura violata, la totale empatia con il paesaggio, nel tentativo di scoprirne i segreti e le emozioni più autentiche, coincide con il raggiungimento di una dimensione pittorica più riflessiva, pacata e lirica, in cui prevalgono atmosfere rarefatte ed orizzonti sconfinati.

Per sottrazione - L'informale materico con cui Beluffi da
G. Beluffi, La riva, acrilico su tela
tempo si esprime conosce oggi un'evoluzione ulteriore, come spiega Rovesti: "Un lavoro spesso di diluizione e sottrazione del materiale acrilico e d'impiego di una vasta gamma tonale del medesimo
colore (verde, turchese, grigio, ma anche ocra), fino ad avvicinarsi in talune occorrenze ad esiti monocromatici".

Empatia - Le opere di Beluffi rappresentano "una sorta di seconda natura creata da un'urgenza «affettiva» verso quel mondo e da un intenso sentire pittorico (...) È il desiderio di partecipare al grande spettacolo della natura e alla sua vita minimale in modo intimistico". Proprio questa sensibilità empatica con cui Beluffi interpreta la natura rende la sua materia pittorica particolarmente evocativa, carica di emozioni e memorie sedimentate nelle profondità dell'animo umano.

 

beluffi
Nel 2006 Ezio Foglia e la moglie Natalina Cozzi ristrutturano una delleultime cascine rimaste nel centro storico di Busto Arsizio in stato di abbandono, e così inaugurano la Galleria "Cascina dell'Arte", che ospita lo spazio espositivo e dove ha sede l'Ass. Culturale fondata con amici artisti ed estimatori d'Arte.
Da allora la Galleria ha esposto opere di artisti locali e opere provenienti da collezioni private di artisti di rilevanza internazionale: Asveri, Baj, J.Beuys, M. Bradley, Barnils, Bonalumi, Brindisi, Castellani, Celiberti, Di Carlo, Emblema, Emeri, Escala, Esposito, Freddi, Greco, Konningen, Lodola, Lista, Marrocco, Parisiot, Pignatelli, Roccotelli, Rotella, Scanavino.

CONTATTI

Galleria "cascina dell'Arte"

Via Vespri Siciliani,7 - BUSTO ARSIZIO (VA)

ORARI APERTURA

giovedì, venerdì, sabato e domenica

dalle ore 16.00 alle ore 19.00

INFO

cell. 333.4314289

e-mail:ee.foglia@gmail.com