home galleria news archivio mostre contatti
arch

Alfredo Caldiron

Nato a Conca d'Albero di Correzzola (PD) nel 1939, Alfredo Caldiron vive ed opera a Borgo Ticino, in provincia di Novara. Le sue prime opere pittoriche riescono nella difficile impresa di coniugare l'aspetto prettamente geometrico, con cui vengono rappresentati paesaggi e figure, con quello cromatico caratterizzato da tinte tenui e colori pastello. La sintesi di questi due elementi permette all'osservatore di catturare una realtà priva sì di volumetria ma ugualmente armoniosa ed elegante. Intorno agli anni '80 le sue opere abbandonano la cruda geometria che le caratterizzava per orientarsi verso un parziale recupero del figurativo pur sempre mantenendo uno stile informale. 
E' in questa nuova ottica che i paesaggi e le nature morte appaiono diverse, l'esecuzione e il segno sono più rapidi mentre i colori assumono toni più vivaci, quasi a conferire dinamicità, e al contempo uniformità, alla narrazione. A metà degli anni '90 prende piede un nuovo temperamento artistico che lo avvicina ad un astrattismo informale in cui colore e segno regnano incontrastati, sul finire degli anni '90, si nota ancora l'evoluzione di un artista che si lascia attrarre da nuove ed inesplorate sintesi interpretative.
Il colore diventa materia e sembra rinunciare al bidimensionale, preferendo una resa ed un effetto tridimensionale, mentre l'astratto si fonde con l'informale e l'informale con il figurativo in un percorso in cui i tre elementi dell'universo (acqua, cielo e terra) risultano essere dominanti nelle sue opere. L'impatto visivo prodotto dall'uso materico del colore, che segna questi dipinti di Caldiron, conferisce alla tela atmosfere uniche e senza precedenti mentre le spatolate di colore, producendo l'effetto di reticoli ottici, solchi, graffi netti e corposi, conferiscono alla superficie del dipinto un aspetto corposo e volumetrico.

 

caldiron
Nel 2006 Ezio Foglia e la moglie Natalina Cozzi ristrutturano una delleultime cascine rimaste nel centro storico di Busto Arsizio in stato di abbandono, e così inaugurano la Galleria "Cascina dell'Arte", che ospita lo spazio espositivo e dove ha sede l'Ass. Culturale fondata con amici artisti ed estimatori d'Arte.
Da allora la Galleria ha esposto opere di artisti locali e opere provenienti da collezioni private di artisti di rilevanza internazionale: Asveri, Baj, J.Beuys, M. Bradley, Barnils, Bonalumi, Brindisi, Castellani, Celiberti, Di Carlo, Emblema, Emeri, Escala, Esposito, Freddi, Greco, Konningen, Lodola, Lista, Marrocco, Parisiot, Pignatelli, Roccotelli, Rotella, Scanavino.

CONTATTI

Galleria "cascina dell'Arte"

Via Vespri Siciliani,7 - BUSTO ARSIZIO (VA)

ORARI APERTURA

giovedì, venerdì, sabato e domenica

dalle ore 16.00 alle ore 19.00

INFO

cell. 333.4314289

e-mail:ee.foglia@gmail.com